Home Popolazione residente Note metodologiche
18 | 10 | 2018
Cosa sono i movimenti anagrafici? Stampa
Indice
Cosa sono i movimenti anagrafici?
Popolazione residente
Le serie storiche
Tutte le pagine

Il MOVIMENTO ANAGRAFICO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE è costituito

dal MOVIMENTO NATURALE (iscrizioni per nascita e cancellazioni per morte):

  •  I NATI: numero di nati da residenti nel comune indipendentemente dal luogo in cui sia avvenuta la nascita (in Italia, nello stesso o in altro comune, o all'estero). Sono esclusi i nati in Italia da genitori non residenti. I nati fanno riferimento alla data di registrazione dell'atto in anagrafe e non alla data di nascita effettiva.
  •  I MORTI: numero dei morti relativi alla popolazione residente indipendentemente dal luogo in cui si sia verificato l'evento (in Italia, nello stesso o in altro comune, o all'estero). Sono esclusi i morti in Italia non residenti. I morti fanno riferimento alla data di registrazione dell'atto in anagrafe e non alla data effettiva di morte.

dal MOVIMENTO MIGRATORIO (iscrizioni e cancellazioni per trasferimento di residenza):

  • gli ISCRITTI suddivisi in:
    • DA ALTRO COMUNE: persone iscritte per trasferimento di residenza da un altro comune italiano.
    • DALL'ESTERO: persone iscritte per trasferimento di residenza dall'estero.
    • PER ALTRI MOTIVI: iscrizioni dovute non ad un effettivo trasferimento di residenza, ma ad operazioni di rettifica anagrafica. (es: le iscrizioni di persone erroneamente cancellate per irreperibilità e successivamente ricomparse). Nelle tabelle del sito il dettaglio degli iscritti per altri motivi è disponibile dal 1995, per gli anni precedenti è compreso negli iscritti da altro comune.- P
  • i CANCELLATI suddivisi in:
    • PER ALTRO COMUNE: persone cancellate per trasferimento di residenza in altro comune italiano.
    • PER L'ESTERO: persone cancellate per trasferimento di residenza dall'estero.
    • PER ALTRI MOTIVI: non sono effettivi trasferimenti di residenza, ma cancellazioni dovute a pratiche di rettifica anagrafica (es: persone cancellate perché risultano irreperibili). Nelle tabelle del sito il dettaglio dei cancellati per altri motivi è disponibile dal 1995, per gli anni precedenti è compreso nei cancellati per altro comune.

 


La POPOLAZIONE RESIDENTE è costituita dalle persone, di cittadinanza italiana e straniera, aventi dimora abituale nel territorio nazionale anche se temporaneamente assenti.

In seguito ad ogni Censimento della popolazione viene determinata la popolazione legale. A tale popolazione si somma il movimento anagrafico dei periodi successivi, calcolati  alla fine di ciascun anno solare. Dal calcolo anangrafico a partire dalla popolazione legale  si ottiene la popolazione residente  al 31 di dicembre di ogni anno.


LE SERIE STORICHE

I dati della popolazione nelle serie storiche disponibili nel sito derivano delle rilevazioni anagrafiche pubblicate annualmente dall'Istat.
L'Istat ha ricostruito la popolazione intercensuaria per il decennio anteriore al 2001, disponibile all'indirizzo http://demo.istat.it/. La popolazione ricostruita è il prodotto di una stima che si basa sul valore di due censimenti in modo tale da eliminare quella discontinuità che viene a determinarsi nella serie storica della popolazione a causa degli errori di copertura censuaria (figura 1).

Figura 1 – Andamento della popolazione piemontese – Ricostruzione intercensuaria e popolazione anagrafica a confronto.

ricostruzioneintercensuarianote

Allo stesso tempo negli anni immediatamente seguenti il censimento si rileva un aumento considerevole nella classe degli Iscritti per altri motivi dovuto agli errori di copertura censuaria. Come si vede nella figura 2 l'incremento migratorio interno dal 2002 al 2004 presenta valori nettamente superiori alla media, tale aumento è determinato dalle iscrizioni per altri motivi di quella quota di popolazione non rilevata dal censimento e che determina il decremento di popolazione che si osserva in tutte le rilevazioni censuarie.

La scelta metodologica dell'Osservatorio demografico di non allineare i dati della popolazione alla ricostruzione intercensuaria deriva dalla considerazione che gli errori accumulati nel corso del decennio intercensuario negli schedari anagrafici, che producono una sovrastima della popolazione residente, non siano fuorvianti dall'andamento reale della popolazione.

Figura 2 – Andamento dell'incremento migratorio interno, con l'estero, per altri motivi e totale della popolazione piemontese (valori ‰).

iscrittialtrimotivinote

 
Ires

Istituto Ricerche
Economico Sociali